31 gennaio 2022

Bonus Contributi Pensione per Lavoratori Invalidi: Calcolo e Domanda

Il bonus contributivo per la pensione spetta ai lavoratori con più del 74% di invalidità: due mesi di contributi in più per ogni anni di lavoro.
Il lavoratore invalido civile con invalidità almeno del 75% ha diritto a un bonus contributivo di 2 mesi di contributi per ogni anno di lavoro svolto, per un massimo di 60 mesi totali di contribuzione figurativa (5 anni). Il bonus contributivo, che rientra tra le agevolazioni per il pensionamento anticipato dei lavoratori invalidi, spetta anche ai lavoratori sordi civili, gli invalidi di guerra, gli invalidi per causa di servizio.

Calcolo contributi bonus lavoratori invalidi

Più precisamente, il bonus contributi per invalidi civili consiste in due mesi di contributi figurativi per ogni anno di lavoro, mentre per i periodi inferiori all'anno si calcola un sesto di contributo settimanale per ogni settimana.

Il bonus contributivo si calcola a partire dal giorno in cui è riconosciuta l'invalidità e per eventuali periodi in cui non si lavora il calcolo è sospeso. Sono esclusi dal calcolo del bonus di contributi per lavoratori invalidi tutti i periodi derivanti da contribuzione volontaria, da contribuzione figurativa e quelli da riscatto dei contributi non derivanti da attività lavorativa. Invece se sono contributi da ricongiunzione, il beneficio verrà attribuito al momento della liquidazione della pensione nel fondo destinatario della ricongiunzione stessa.

In caso di lavoro con contratto part-time, il bonus si calcola per intero ma solo per i periodi effettivamente lavorati.


NB: nonostante la legge 388-2000 (Legge Finanziaria 2001 che con l'articolo 80 introduce questa maggiorazione) stabilisca che il bonus contributivo per lavoratori invalidi civili sia valido dal 1 gennaio 2002, rientrano comunque anche i precedenti periodi di lavoro in cui era già riconosciuto il requisito di invalidità richiesto.

Bonus contributi per pensione lavoratori invalidi, come funziona

Il bonus per invalidi vale per i dipendenti del settore pubblico, del settore privato e per i soci delle cooperative, ed è utile per il raggiungimento del requisito contributivo per la pensione di vecchiaia e per il requisito contributivo per la pensione anticipata.

In caso di pensione calcolata col sistema contributivo non ha effetti sull'importo della stessa, dunque neanche sulla quota calcolata col contributivo per chi è nel sistema misto. Il bonus di contributi aumenta invece l'importo se la pensione è calcolata col sistema retributivo, o sulla quota così calcolata per chi è nel sistema misto.

Il bonus invalidi civili non vale per il raggiungimento del requisito contributivo per l'assegno ordinario di invalidità e simili, vale solo per la pensione di vecchiaia o anticipata.

Lavoratori invalidi che possono avere il bonus contributivo: bonus invalidi civili
  • lavoratori invalidi civili con invalidità riconosciuta di almeno il 75% accertato da Inail o Ipsema
  • lavoratori sordi civili
  • lavoratori invalidi di guerra e civili di guerra
  • invalidi per causa di servizio (nel rapporto di pubblico impiego e con infermità come da DPR 834/81 comprese nelle prime quattro categorie)
Il bonus non viene calcolato per i titolari di pensione o assegno di invalidità a carico dell’assicurazione generale obbligatoria (Ago), delle gestioni dei lavoratori autonomi e dei fondi sostitutivi, per la cui concessione non è prevista la rilevazione della percentuale di invalidità.

Domanda di bonus contributi lavoratori invalidi

La maggiorazione contributiva viene attribuita al momento della richiesta di liquidazione della pensione o del supplemento di pensione, esclusivamente a seguito di apposita domanda dell'interessato: occorre dunque che sia fatto un calcolo preciso dei contributi, perché in presenza dei requisiti richiesti e quindi del bonus contributivo la domanda di pensionamento può essere fatta in anticipo rispetto alle consuete tempistiche.
Nessun commento: