3 febbraio 2022

Detrazioni per Pensionati: Aliquote 2022, No Tax Area e Importi

Il sostituto d'imposta dei pensionati è l'INPS, che effettua la ritenuta alla fonte sulla pensione a titolo di imposta sul reddito, perché il reddito da pensione è equiparato a quello da lavoro dipendente, quindi assoggettato all'Irpef. Oltre alle ritenute, ci sono le detrazioni fiscali per i pensionati, le quali spettano per importi che variano in base a reddito ed età. Con la riforma Irpef del 2022 cambiano aliquote e no tax area per pensionati.

Il reddito sul quale l'INPS deve calcolare le detrazioni fiscali per la dichiarazione dei redditi dei pensionati non è costituito unicamente dall'importo della pensione, ma anche da ulteriori fonti di guadagno, ad esempio affitti o prestazioni occasionali: le detrazioni Irpef che andremo ad indicare di seguito vanno dunque calcolate sul reddito complessivo percepito.

Calcolo Irpef pensione: aliquote e fasce di reddito

Sul reddito da pensione gravano le ritenute Irpef e le addizionali comunali e regionali, le quali devono essere sottratte dal reddito in base alla somma percepita e agli immobili posseduti: se il contribuente riceve solo la pensione e possiede un'abitazione principale con annessa una sola pertinenza (box auto, cantina, solaio, tettoia), l'unico reddito sul quale vengono applicate le ritenute è quello derivante dal trattamento pensionistico.

Come sui redditi da lavoro, l'Irpef sulla pensione si calcola applicando al reddito un'aliquota, cioè una differente percentuale dovuta a titolo d'imposta sulle fasce di reddito comprese nell'imponibile fiscale del pensionato.


Queste le fasce di reddito e le aliquote Irpef pensionati aggiornate alla riforma Irpef 2022:
  • reddito fino a 15mila euro, aliquota al 23%
  • reddito oltre 15mila e fino a 28mila euro, aliquota al 25%
  • reddito oltre 28mila e fino a 50mila, aliquota al 35%
  • reddito oltre 50mila, aliquota al 43%
Il limite della no tax area per i pensionati è 8500 euro lordi annui, senza distinzione per età: anche in questo caso c'è una variazione per la riforma Irpef 2022, che ha innalzato il reddito da pensione non tassabile da 8125 euro a 8500 euro. Si intende appunto che non è tassabile il reddito da pensione compreso nella no tax area, altri redditi assoggettati Irpef di cui il pensionato è titolare sono tassati secondo lo schema di aliquote e fasce di reddito su indicato


Detrazioni Irpef sulla pensione: fasce di reddito e importo ritenute

Le detrazioni per pensionati sono in base al reddito, in precedenza anche in base all'età ma questa ulteriore differenziazione è stata eliminata già anni fa.

Queste nel dettaglio le detrazioni Irpef sulla pensione in base al reddito annuo, anche in questo caso con fasce di reddito e aliquote aggiornate alla riforma Irpef 2022:
Come calcolare del detrazioni Irpef spettanti per la pensione
  • 1.995 euro se il reddito non supera gli 8500 euro, inoltre la detrazione annua non può essere inferiore a 713 euro (ovvero: non si può scendere sotto tale cifra nel caso la pensione sia stata erogata per meno dell'intero anno solare e quindi va ridotta in base al periodo di erogazione, come detto sopra)
  • se il reddito è oltre gli 8500 euro e fino a 28.000 euro spettano 700 euro, ai quali si aggiunge il risultato del seguente calcolo: (1995 - 700) x (28.000 - reddito complessivo) / (28.000 - 8500)
  • se il reddito è oltre i 28.000 euro e fino a 50.000 euro, la detrazione si ricava dal seguente calcolo: 700 x [(55.000 - reddito complessivo) / (50.000 - 28.000]
  • non spetta nessuna detrazione IRPEF a chi percepisce un reddito superiore ai 55.000 euro lordi annui.
La detrazione Irpef sulla pensione non è cumulabile con detrazioni per redditi da lavoro dipendente e per alcune delle categorie di redditi assimilati al lavoro dipendente: in tali casi la detrazione per lavoro dipendente attribuita su una delle pensioni sostituisce, sull'ammontare pensionistico complessivo del soggetto, la detrazione per pensione.

Le detrazioni Irpef sono attribuite in base al periodo di pensione, ovvero se la pensione viene erogata a partire dal 1 gennaio la detrazione spetta interamente (365 giorni), invece se la pensione viene erogata ad esempio per 180 giorni è necessario dividere l'importo totale della detrazione per 365 e moltiplicarla per 180. Questo ovviamente vale per il primo anno in cui percepisce il trattamento pensionistico.
Nessun commento: