17 febbraio 2017

Ottava Salvaguardia Esodati: Requisiti e Lavoratori Ammessi, Come Fare Domanda e Quando

L'ottava salvaguardia esodati è stata inserita nella Legge di Stabilità 2017 elaborata dal governo Renzi ed approvata dal Parlamento, che durante la fase di approvazione ha introdotto un emendamento per l'estensione temporale dal 31 dicembre 2012 al 31 dicembre 2014 della data ultima di risoluzione del rapporto di lavoro per i lavoratori in mobilità. Per il resto in pratica si ricalca il disegno della settima salvaguardia esodati attivata nel 2016, ovviamente con slittamento in avanti della data entro cui deve esserci la maturazione della pensione, compresa di finestra mobile. Vediamo dunque tutti i profili di lavoratori ammessi all'ottava salvaguardia esodati ed i relativi requisiti necessari, specificando che la domanda di accesso si deve fare entro il 2 marzo 2017 all'INPS secondo le modalità specificate dall'INPS, se fatta in ritardo non si potrà accedere: gli interessati al provvedimento non si facciano scappare questa possibilità perchè molto probabilmente sarà l'ultima misura di tutela in quanto il Fondo Esodati è stato abolito. In caso di dubbi sulla vostra posizione vi consigliamo di rivolgervi immediatamente a un patronato o ai sindacati e nel caso fate comunque domanda, male che va verrà rifiutata se non avete i requisiti ma se ne avete diritto e non fate la domanda per tempo resterete esclusi.

Ricordiamo inoltre che chi non può rientrare nell'ottava salvaguardia esodati, o non è rientrato nelle precedenti, dal 1 maggio 2017 potrà tentare la strada dell'APE - Anticipo Pensionistico per la pensione anticipata, che nella versione "agevolata" o "social" è appositamente per lavoratori disoccupati senza altri redditi.

Ottava salvaguardia esodati: lavoratori ammessi e requisiti di accesso
Profilo lavoratori Condizioni Tempistiche
In mobilità
(11.000 posti)
lavoratori collocati in mobilità o in trattamento speciale edile ai sensi degli articoli 4, II e 24 della legge 223/1991, o ai sensi dell'articolo 3 del DI 299/1994, a seguito di accordi governativi o non governativi, stipulati entro il 31 dicembre 2011, ovvero da aziende cessate o interessate dall'attivazione delle vigenti procedure concorsuali quali il fallimento, il concordato preventivo, la liquidazione coatta amministrativa, l'amministrazione straordinaria o l'amministrazione straordinaria speciale, previa esibizione della documentazione attestante la data di avvio della procedura concorsuale, anche in mancanza dei predetti accordi maturazione del diritto a pensione entro 36 mesi successivi alla data di scadenza dell'indennità di mobilità o del TSE (a prescindere dalla decorrenza della pensione), anche mediante il versamento di contributi volontari cessazione del rapporto di lavoro entro il 31.12.2014 
Prosecutori volontari
(9200 posti)
lavoratori autorizzati alla prosecuzione volontaria della contribuzione anteriormente al 4 dicembre 2011 i quali possano far valere almeno un contributo volontario accreditato o accreditabile alla data del 6 dicembre 2011, anche se hanno svolto, successivamente alla data del 4 dicembre 2011, qualsiasi attività, non riconducibile a rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato maturazione della decorrenza della pensione entro il 6.1.2019 (comprensiva della finestra mobile)
Prosecutori volontari
(1200 posti)
lavoratori autorizzati ai volontari entro il 4 dicembre 2011, ancorchè al 6 dicembre 2011 non abbiano un contributo volontario accreditato o accreditabile alla predetta data, a condizione che abbiano almeno un contributo accreditato derivante da effettiva attività lavorativa nel periodo compreso tra il 12 gennaio 2007 e il 30 novembre 2013 e che alla data del 30 novembre 2013 non svolgano attività lavorativa riconducibile a rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato maturazione della decorrenza della pensione entro il 6.1.2018 (comprensiva della finestra mobile)
Cessati dal servizio Lavoratori il cui rapporto di lavoro si è risolto entro il 30 giugno 2012 in ragione di accordi individuali sottoscritti anche ai sensi degli articoli 410, 411 e 412-ter del codice di procedura civile, ovvero in applicazione di accordi collettivi di incentivo all'esodo stipulati dalle organizzazioni comparativamente più rappresentative a livello nazionale entro il 31 dicembre 2011, anche se hanno svolto, dopo il 30 giugno 2012, qualsiasi attività non riconducibile a rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato maturazione della decorrenza della pensione entro il 6.1.2019 (comprensiva della finestra mobile)
Cessati dal servizio i lavoratori il cui rapporto di lavoro si è risolto dopo il 30 giugno 2012 ed entro il 31 dicembre 2012 in ragione di accordi individuali sottoscritti anche ai sensi degli articoli 410, 411 e 412-ter del codice di procedura civile, ovvero in applicazione di accordi collettivi di incentivo all'esodo stipulati dalle organizzazioni comparativamente più rappresentative a livello nazionale entro il 31 dicembre 2011, anche se hanno svolto, dopo la cessazione, qualsiasi attività non riconducibile a rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato maturazione della decorrenza della pensione entro il 6.1.2019 (comprensiva della finestra mobile)
Cessati dal servizio lavoratori il cui rapporto di lavoro sia cessato per risoluzione unilaterale, nel periodo compreso tra il 12 gennaio 2007 e il 31 dicembre 2011, anche se hanno svolto, successivamente alla data di cessazione, qualsiasi attività non riconducibile a rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato maturazione della decorrenza della pensione entro il 6.1.2019 (comprensiva della finestra mobile)
Congedo assistenza disabili (700 posti) lavoratori che, nel corso dell'anno 2011, risultano essere in congedo ai sensi dell'articolo 42, comma 5, del decreto legislativo n.151 del 2001 a condizione che il congedo risulti attribuito per assistere figli con disabilità grave maturazione della decorrenza della pensione entro il 6.1.2019 (comprensiva della finestra mobile)
Tempo determinato (800 posti) lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato e i lavoratori in somministrazione con contratto a tempo determinato, cessati dal lavoro tra il 10 gennaio 2007 e il 31 dicembre 2011, non rioccupati a tempo indeterminato; esclusi i lavoratori del settore agricolo e i lavoratori con qualifica di stagionali maturazione della decorrenza della pensione entro il 6.1.2018 (comprensiva della finestra mobile)
NB: la maturazione del diritto alla pensione o alla sua decorrenza deve essere sempre valutata con riferimento alle norme ante-Fornero.

Come fare domanda per l'ottava salvaguardia esodati ed entro quale data

La scadenza per presentare istanza di ingresso nell'ottava salvaguardia esodati è il 2 marzo 2017, termine inderogabile:
  • i lavoratori esodati in mobilità o trattamento speciale edile, i prosecutori volontari iscritti alle gestioni private, pubbliche e dei lavoratori di sport e spettacolo, devono fare domanda direttamente all'INPS con il servizio online (domanda di prestazioni previdenziali: Pensione, Ricostituzione, Ratei maturati) oppure tramite patronato
  • i lavoratori esodati cessati dal servizio per accordi e risoluzione unilaterale, in congedo ai sensi dell'art. 42, c. 5, del decreto legislativo n. 151 del 2001, con contratto a tempo determinato, devono fare domanda alla Direzione Territoriale del Lavoro competente per il territorio secondo le modalità definite dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con circolare n. 41 del 29 dicembre 2016; in aggiunta si può fare domanda anche all'INPS per accelerare i tempi (attenzione: va comunque fatta domanda alla DTL)
In caso di rifiuto di accesso all'ottava salvaguardia esodati si può fare ricorso entro 30 giorni dalla data di ricevimento della risposta.

ottava salvaguardia esodati: requisiti di accesso, quando fare domandaIMPORTANTE!!! La redazione de ilportafoglio.info non può fornire nei commenti un'assistenza personalizzata, non può rispondere a domande del tipo "Ho lavorato nel settore... sono esodato dal... posso rientrare nell'ottava salvaguardia esodati?" perchè, per una risposta seria, occorre un'analisi dettagliata della posizione lavorativa e accesso a dati che ovviamente non possiamo avere. In caso di dubbi fatevi assistere da un patronato o chiedete direttamente all'INPS, eventualmente fate comunque la domanda di accesso all'ottava salvaguardia entro il termine del 2 marzo 2017: se ne avete diritto allora vi verrà data la pensione, male che va avrete il rifiuto.

Alcuni punti importanti da chiarire:
  • come per la settima salvaguardia esodati, restano esclusi i lavoratori stagionali o agricoli con contratto di lavoro a tempo determinato si è concluso entro il 31 dicembre 2011, e i lavoratori che nel 2011 hanno usufruito della Legge 104 per assistere parenti disabili (cioè che hanno usufruito dei permessi mensili)
  • il totale degli esodati che potranno rientrare nell'ottava salvaguardia è 30.700, di cui 7800 è il totale delle tre categorie di "cessati dal servizio"
  • il versamento di contributi volontari è pienamente valido per il raggiungimento del requisito contributivo di 40 anni, però solo in riferimento ai 36 mesi successivi al termine della fruizione dell'indennità di mobilità o dello speciale trattamento edile (esempio: mobilità che termina il 31 dicembre 2016, lavoratore con 58 anni di età e 38 anni di contributi, se paga 2 anni di contributi volontari potrà rientrare nella salvaguardia
  • per i lavoratori in mobilità (primo profilo della tabella in alto) con il termine "accordi governativi o non governativi stipulati entro il 31 dicembre 2011" si intendono: fallimento, concordato preventivo, liquidazione coatta amministrativa, amministrazione straordinaria o amministrazione straordinaria speciale; anche nel caso di mancanza di tali accordi, occorre comunque che alla domanda si alleghi documentazione che attesti la data di inizio della procedura concorsuale

Nessun commento:

Trova offerte di lavoro in tutte le città italiane: