28 novembre 2016

Concorsi Pubblici per Diplomati e Laureati: Bando Ministero della Giustizia per 800 Assunzioni

Bando di concorso per Assistenti Giudiziari del Ministero della Giustizia, 800 assunzioni a tempo indeterminato. Requisiti, come candidarsi -  Il Ministero della Giustizia ha indetto un concorso pubblico finalizzato all'assegnazione di 800 posti per Assistenti Giudiziari: i candidati che supereranno con successo le procedure di selezione saranno assunti con contratto di lavoro a tempo indeterminato. Per candidarsi alla selezione pubblica c'è tempo fino al 22 dicembre 2016. Vediamo dove inviare la domanda di ammissione e scopriamo i dettagli del concorso.
Potete valutare altri bandi di concorso attivi questo mese o, se preferite lavorare nel settore privato, accedete alla sezione Annunci di lavoro.

Il processo di selezione del concorso pubblico per diplomati e laureati del Ministero della Giustizia prevede alcune prove d'esame consistenti in due prove scritte ed una prova orale nel corso della quale i candidati dovranno anche sostenere una conversazione in lingua straniera. Tali prove saranno precedute da una prova di preselezione nel caso in cui il numero di domande pervenute dovessero superare di cinque volte il numero di posti a concorso.

Il bando del concorso pubblico per Assistenti Giudiziari è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale IV Serie Speciale Concorsi ed Esami n°9 2 del 22 novembre 2016.
Cerca qui il tuo lavoro: motore di ricerca di offerte di lavoro per ogni città e regione! Anche in Svizzera.

Requisiti concorso Assistenti Giudiziari per 800 assunzioni di diplomati e laureati

Saranno ammessi al concorso pubblico del Ministero della Giustizia candidati in possesso di un diploma di maturità di durata quinquennale oppure di un titolo di studio equivalente oppure di una laurea. Possono accedere all'opportunità di lavoro sia gli uomini sia le donne in possesso degli ulteriori requisiti sotto indicati:
  • cittadinanza italiana
  • godimento dei diritti civili e politici
  • idoneità fisica
  • non essere stati destituiti o dispensati o licenziati dall'impiego presso una pubblica amministrazione
  • non essere stati interdetti dai pubblici uffici per effetto di sentenza passata in giudicato

Come candidarsi al concorso pubblico del Ministero della Giustizia

Concorso pubblico Ministero della Giustizia per assunzioni di Assistenti GiudiziariLa presentazione delle domande di ammissione alla selezione pubblica deve avvenire per via telematica, utilizzando l'apposita procedura online per l'acquisizione delle domande, previa registrazione. Il candidato deve inserire i dati relativi al codice fiscale e al proprio indirizzo di posta elettronica: una volta confermati, il sistema genera in automatico una email di risposta nella quale trovate il link per completare il processo di registrazione. Completata la registrazione si riceve una seconda email contenente il link alla domanda di partecipazione telematica.
I candidati devono salvare, stampare, firmare e scansionare la domanda in formato file PDF ed inoltrare il file unitamente ad una scansione del documento di identità: questa procedura si può effettuare in una copisteria. Sarà poi necessario salvare e stampare la ricevuta, che viene inviata tramite email, da esibire il giorno in cui si terranno le prove d'esame.

Nessun commento:

Trova offerte di lavoro in tutte le città italiane: