12 gennaio 2016

Pensioni: Legge 104 e Penalizzazioni per la Pensione Anticipata

Quando si richiede la quiescenza anticipata è necessario recuperare i giorni Legge 104? Ecco quando sono o non sono previste penalizzazioni - Chi sta per accedere alla pensione anticipata ed ha usufruito dei permessi e del congedo straordinario spettanti per la Legge 104, deve recuperare le giornate di assenza per non incorrere in penalizzazioni? Quando si richiede il pensionamento anticipato ovvero quando si esce dal mondo del lavoro non avendo ancora compiuto 62 anni di età, bisogna fare chiarezza sulla penalizzazione riguardo ai permessi per l'assistenza di familiari disabili. Leggete la guida alla ottava salvaguardia esodati perchè chi ha usufruito nel della Legge 104 per assistere parenti non rientra nella tutela (come non è rientrato nella settima attuata nel 2016), mentre rientrano i lavoratori che hanno assistito figli disabili secondo il DL 151.

Per prima cosa è importante fare distinzione tra il congedo straordinario e le assenze dal lavoro per Legge 104.

Pensione anticipata e penalizzazioni: permessi Legge 104

La Legge Fornero prevedeva una penalizzazione pari all'1% annuo dell'assegno pensionistico per ogni anno mancante al 62° anno di età a partire dal compito del sessantesimo anno di età, e pari al 2% per ogni anno precedente al sessantesimo: inizialmente la norma escludeva i lavoratori che avevano fruito solo di maternità, ferie, malattia, cassa integrazione servizio militare.

Con la Legge di Stabilità 2014 si è estesa l'esclusione dalla penalizzazione ai lavoratori che hanno usufruito di permessi e congedi Legge 104. La legge non era chiara e sembrava escludere il congedo straordinario per l'assistenza ai disabili: sembrava quindi che alcuni lavoratori dovessero recuperare le giornate per i quali avevano richiesto i congedi straordinari.


Penalizzazioni pensione anticipata per congedo straordinario

L'Inps ha però chiarito che le assenze relative all'assistenza di disabili da escludere dalla penalizzazione fossero le seguenti:
  • congedi parentali di maternità e paternità
  • permessi per assistenza di portatori di handicap grave
  • permessi dei lavoratori con grave disabilità
  • prolungamento congedo parentale per genitori di bimbi disabili in gravi condizioni
Per tutti i lavoratori che hanno richiesto permessi o congedi per i motivi sopra esposti, l'assegno pensionistico spetta interamente senza penalizzazioni.

Legge 104 e pensione anticipata: spettano penalizzazioni?La successiva Legge di Stabilità 2015 ha cancellato la decurtazione della pensione sulla parte dell'assegno pensionistico calcolata col contributivo, per i pensionati dal 1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2017, anche qualora l'assegno venga emesso a posteriori, in virtù del principio di cristallizzazione.

Con la Legge di Stabilità 2016 si è perfezionato il provvedimento decretando la cancellazione della penalizzazione per chi ha soddisfatto i requisiti per la pensione anticipata prima del 2015.

In conclusione la penalizzazione percentuale delle pensioni al momento si applica a chi accede alla pensione anticipata prima dei 62 anni di età avendo soddisfatto i requisiti riguardanti i contributi versati a partire dal 1 gennaio 2018. Quindi si deve prendere in considerazione la data di maturazione dei requisiti, e non la decorrenza del trattamento pensionistico, e non saranno più considerati periodi di contribuzione che escludano dalla decurtazione dell'assegno.

Nessun commento:

Trova offerte di lavoro in tutte le città italiane: