21 dicembre 2015

Assunzioni Medici, Infermieri e OSS: Novità nella Legge di Stabilità 2016

Nuovi posti di lavoro per Medici, Infermieri e Operatori Socio Sanitari nel settore della sanità - Tramite un emendamento alla Legge di Stabilità 2016 introdotto dal Governo, si è stabilito di aprire nuove assunzioni nella sanità: verranno inseriti in tutto 6000 laureati in Medicina e Infermieristica i quali verranno affiancati da chi ha conseguito l'attestato di Operatore Socio Sanitario. All'incirca la metà delle assunzioni nel Servizio Sanitario Nazionale interesseranno i dipendenti già assunti con contratto a tempo determinato; chi fa già parte del settore sanità ed è inserito con un contratto di lavoro a termine, verrà assunto con contratto a tempo indeterminato.

Le 6000 assunzioni nel settore sanità si sono rese necessarie in quanto è stato recentemente introdotto un emendamento con il quale l'Italia si è adeguata alle leggi europee su orari di lavoro e riposi di medici e infermieri (trovate maggiori dettagli nell'articolo Piano Straordinario Assunzioni negli Ospedali), di conseguenza sia il personale sanitario sia i pazienti si sono ritrovati spiazzati e alle prese con non poche difficoltà.

Le nuove assunzioni per Medici, Infermieri ed OSS saranno finanziate attraverso i risparmi ottenuti con l'introduzione di norme economiche nel campo della responsabilità professionale dei medici, anch'esse inserite nella Legge di Stabilità 2016. In sintesi sarà più difficile presentare un contenzioso sanitario, manovra che consentirà alla sanità pubblica di risparmiare parte dei 10 miliardi di euro spesi ogni anno per i contenziosi, e i risparmi, calcolati in 300 milioni di euro, serviranno per finanziare i nuovi inserimenti del personale sanitario.


Assunzioni nel settore sanità per 6000 Medici, Infermieri e OSSAl momento Governo e Regioni devono trovare un accordo sul come e sul quando assumere il personale, in modo da organizzarsi per affrontare al meglio l'emergenza (che non sarebbe stata tale se le istituzioni si fossero adeguate per tempo) provocata dalla carenza di personale in seguito all'introduzione dei nuovi orari di lavoro.

Il responsabile sanità del PD, Federico Gelli, ha proposto una soluzione all'emergenza: se le Regioni potessero assumere a tempo determinato il personale sanitario, anche solo per pochi mese, potrebbero organizzare e indire nuovi concorsi pubblici per formalizzare le assunzioni a tempo indeterminato necessarie per affrontare al meglio i cambiamenti introdotti con le nuove norme.

Nessun commento:

Trova offerte di lavoro in tutte le città italiane: