14 febbraio 2017

Novità Pensioni su Riforma, Lavoratori Precoci, Esodati, Opzione Donna

In questa pagina potete trovare quotidiani aggiornamenti sulla riforma delle pensioni, su lavoratori precoci e esodati, pensione anticipata e di vecchiaia, pensioni scuola e le ultime notizie su quattordicesima INPS, rimborsi e rivalutazione pensione: aggiorneremo questo articolo con le ultime novità in modo da fornire una guida aggiornata sugli argomenti. Sono frequenti i cambiamenti riguardanti i requisiti per accedere alla pensione e le proposte del governo o dei parlamentari si moltiplicano: le scopriremo di volta in volta in questa sede. Inoltre le salvaguardie per gli esodati vengono ciclicamente aggiornate dall'INPS e comunicate attraverso messaggi rilasciati dall'Ente previdenziale stesso: per scoprirne i contenuti potete leggere questa pagina.

Novità pensioni oggi 17 febbraio, venerdì

E' ufficiale il rinvio al 2018 del prelievo pari allo 0.1% sulle pensioni per la restituzione dell'indicizzazione più elevata concessa nel 2015, dovuta ad un calcolo "ottimistico" sulla crescita dell'inflazione che poi fu più bassa del previsto. Il rinvio è contenuto nella versione definitiva del Decreto Milleproroghe approvato ieri. Si tratta comunque di prelievi minimi, tra 16 e 20 euro e divisi in 4 rate mensili, che potrebbero anche essere annullati nel caso l'inflazione quest'anno cresca un po' e porti quindi ad una rivalutazione delle pensioni positiva nel 2018.
Novità 2017 sulle pensioni (Legge di Stabilità 2017 e cambiamenti già programmati)
Aumenta l'età per la pensione di vecchiaia (tutti gli aumenti fino al 2019) Come funzionano APE e RITA (guida completa all'Anticipo Pensionistico e alla Rendita Integrativa Temporanea Anticipata)
Guida completa all'Opzione Donna: requisiti e tempistiche (aggiornata con la proroga per le nate nell'ultimo quadrimestre 1957/58) Ottava salvaguardia esodati e altri lavoratori: modalità di accesso e tempistiche
Pensione a Quota 41 precoci: requisiti, chi può chiederla Pensione per lavori usuranti e notturni con requisiti agevolati: le novità 2017
Annullate le penalità sulla pensione anticipata ma restano gli stessi anni di contributi Cumulo dei contributi in diverse gestioni: dal 2017 diventa gratuito
Pensioni scuola 2017: requisiti, modalità di accesso e tempistiche per la domanda Nessuna rivalutazione delle pensioni nel 2017: la perequazione sarà dello 0% perchè l'inflazione è stata nulla anche nel 2016
Quattordicesima INPS: importo 2017 e limiti di reddito (guida aggiornata) Pensione al minimo INPS 2017: requisiti e integrazione al minimo
Pensione d'invalidità 2017: requisiti, reddito e importo Integrazione pensione di invalidità al minimo INPS 2017: limiti di importo e requisiti
Assegno sociale INPS 2017: eta minima e limiti di reddito Legge 104 e Penalizzazioni per la Pensione Anticipata aggiornamenti 2016 (non ci sono cambiamenti per il 2017)

Novità pensioni oggi 14 febbraio, martedì

Il governo Gentiloni è al lavoro per la preparazione dei decreti attuativi dell'Anticipo Pensionistico, del prepensionamento con Quota 41 per i precoci e delle altre novità della riforma pensioni 2017: la data ultima è il 2 marzo, ovvero esattamente 60 giorni dopo l'entrata in vigore della Legge di Stabilità che contiene appunto gli interventi suddetti. Tuttavia le ultime notizie riportano che potrebbero essere già presentati il 21 febbraio all'incontro che il governo avrà coi sindacati, il primo di quest'anno per fare il punto della situazione e avviare il confronto sulla cosiddetta fase 2 della riforma pensioni, quella rinviata a quest'anno e riguardante temi quali la riforma del sistema di calcolo contributivo, per renderlo più equo e flessibile e dare una risposta sopratutto ai giovani con redditi bassi e discontinui, e lo sviluppo della previdenza integrativa.
Il 21 febbraio la Cgil inoltre si farà portavoce dei lavoratori precoci, rimasti molto delusi dall'introduzione del prepensionamento a Quota 41 disponibile solo per disoccupati, invalidi, caregivers, lavoratori occupati in lavori usuranti o mansioni gravose: si chiede l'estensione della Quota 41 per tutti i precoci, una richiesta che viene fatta ormai da anni ma senza risultati. Segnaliamo inoltre che è nato un nuovo comitato, che potete contattare aggiungendovi al gruppo facebook 41 X TUTTI LVORATORI UNITI, come anche l'altro gruppo facebook lavoratori precoci insieme per la Quota 41.

Novità pensioni oggi 9 febbraio, giovedì

Il ministro Poletti assicura che il governo Gentiloni è al lavoro alacramente sui decreti attuativi per l'APE, la Quota 41 precoci e le altre novità della riforma pensioni che richiedono appunto le "istruzioni e procedure tecniche" per diventare operative: secondo Poletti saranno pronti per marzo e dal 1 maggio l'Anticipo Pensionistico sarà disponibile, come promesso.
Intanto le lavoratrici interessate, ovvero le nate nell'ultimo trimestre 1957/58 (autonome/dipendenti), sono in attesa della circolare INPS per l'avvio della domanda di Opzione Donna.

Novità pensioni oggi 3 febbraio, venerdì

Come saprete l'UE ha chiesto ufficialmente una verifica sui conti pubblici italiani in quanto ci sarebbe un "buco" da 3-4 miliardi di euro, cosa che potrebbe portare ad una procedura di infrazione se il governo Gentiloni non trova il modo di rimediare. Proprio per questo sono sorti dubbi sull'effettiva implementazione delle novità della riforma pensioni 2017, ma a parte che alcune sono già attive, a fugare ogni dubbio ci ha pensato il ministro Poletti in un intervento al Senato:
"Non c'è nessun pericolo di ulteriori interventi sulla riforma delle pensioni, sia in questa fase che in prospettiva. Nessuna richiesta in questo senso è arrivata dalla commissione UE ed escludo ogni possibilità di intervento. C'è invece la volontà di continuare il dialogo con i sindacati".

Novità pensioni oggi 31 gennaio, lunedì

Si comincia a parlare di "fase 2" della riforma pensioni, iniziata dal governo Renzi con la "fase 1" (Anticipo Pensionistico, Quota 41 per alcuni precoci, aumento quattordicesima INPS, ottava salvaguardia esodati, cumulo gratuito, concessioni per una pensione più facile a chi ha svolto lavori usuranti) e che il governo Gentiloni dovrà proseguire con la seconda fase, come da accordi già presi coi sindacati. A tal proposito il ministro Poletti ha dichiarato che "È poi nostra intenzione confrontarci con le parti sociali per dare conseguenza a ciò che abbiamo avviato. Il dialogo verrà ripreso", oltre a ribadire che il governo è al lavoro per i decreti attuativi degli interventi della fase 1.
Nel frattempo è stato depositato in Commissione Lavoro della Camera un ddl a firma Maria Luisa Gnecchi (PD) per la realizzazione di interventi specifici volti a
  • cancellare l'esclusione dei contributi figurativi, da riscatto, maternità, servizio militare, nel calcolo dei requisiti contributivi per l'accesso alla pensione a 64 anni con Quota 96 o 80 raggiunta entro il 31 dicembre 2012 per i lavoratori / le lavoratrici del settore privato non in costanza lavorativa al 28 dicembre 2011 (cioè erano disoccupati a tale data): si tratta di una particolare deroga alla Legge Fornero, tutti i dettagli e chi può accedervi nella guida Pensione di Vecchiaia con Quota 96 o 80 per lavoratori del settore privato
  • accesso a tale deroga anche alle "lavoratrici quindicenni" nate nel 1952 che hanno 15 anni di contributi al 31 dicembre 2012, invece che 20 anni: in pratica queste lavoratrici hanno gli stessi requisiti richiesti per la Deroga Amato ma non vi possono accedere per via delle tempistiche ormai scadute, col ddl si chiede che abbiano almeno accesso alla deroga del punto sopra anche se non hanno i 20 anni di contributi richiesti

pensioni, notizie aggiornate di oggiNovità pensioni oggi 23 gennaio, lunedì

Nonostante i richiami ufficiali dell'UE al governo italiano sui conti pubblici (mancherebbero infatti 3-4 miliardi di euro per quest'anno) non ci saranno rinvii per le misure previdenziali inserite nella Legge di Stabilità 2017: così afferma Marco Leonardi, economista dell'Università Statale di Milano e consigliere economico della Presidenza del Consiglio nell'intervista rilasciata al Corriere della Sera due giorni fa. In particolare Leonardi conferma che dal 1 maggio saranno attivati l'APE - Anticipo Pensionistico e la Quota 41 per i lavoratori precoci disabili, disoccupati o con parenti invalidi a carico; inoltre ribadisce che l'APE Volontario è compatibile col proseguimento dell'attività lavorativa, anche part-time.
Il governo è al lavoro sui decreti attuativi, attesi per metà/fine febbraio.

Novità pensioni oggi 20 gennaio, venerdì

La settimana di chiude con tre buone notizie sulle pensioni, che specifichiamo subito non sono ufficiali, nel senso che si tratta di un'anticipazione la prima e di un ipotesi la seconda e la terza, ma che fanno ben sperare su piccoli miglioramenti.
Innanzi tutto è pronto un apposito emendamento al Decreto Milleproroghe per impedire che ci sia a febbraio la trattenuta dello 0,1% sulle pensioni per recuperare il differenziale negativo di inflazione sulle pensioni a fronte del dato più basso registrato nel 2015 rispetto a quella prevista, una misura che era già stata adottata nel corso del 2016. Si attende l'ok del governo Gentiloni, per tutti i dettagli sulla questione leggete la guida Rivalutazione Pensioni 2017.
Poi sembra che il governo, al lavoro sui decreti attuativi per le varie novità di riforma pensioni approvate con la Legge di Stabilità, stia studiando la possibilità di estendere l'accesso all'APE Social ai lavoratori con invalidità al 60%, invece che il 74% come è impostato ora. Ipotizzato anche l'utilizzo del cumulo gratuito per l'Opzione Donna, attualmente escluso.
Infine, il sottosegretario Cassano, rispondendo ad una interrogazione parlamentare, ha confermato che il governo è pronto ad avviare uno studio tra rischio di mortalità e lo svolgimento di attività lavorative gravose e usuranti per arrivare ad una revisione dell'applicazione dell'adeguamento all'aspettativa di vita per questi lavori, riconosciuto da tutti troppo penalizzante.

21 commenti:

Anonimo ha detto...

Come al solito tante chiacchere e molto aria fritta,al Presidente comm.Lavoro CESARE DAMIANO consiglierei di andare a lavorare anche part-time l'importante che lavori e produca ....grazie

Anonimo ha detto...

su "ultime notizie pensioni oggi" è stata riportata la frase " nessuna novità nel week end del 14/15 giugno ??????? immagino 14/15 novembre !!!!!!

Christian Citton ha detto...

Sì ha ragione, grazie per avercelo fatto notare... ci siamo portati un po' avanti, pensiamo già alle vacanze estive :-)

Anonimo ha detto...

Parole parole parole!!!!!! Come cantava Mina ma alla fine nulla di fatto per i precoci. E va be!!!! Intanto moriranno anche loro!!!!!

Anonimo ha detto...

Ok tutto a posto

Anonimo ha detto...

Io sto ancora aspettando che l Inps faccia il ricalcolo della pensione a noi penalizzati e da gennaio che aspettiamo fanno schifo

Anonimo ha detto...

Ma il governo e impazzito se una ha 15anni di contributi deve andare in pensione lo stesso non solo chi li ha maturati entro il 1992 gli altri cosa mangiano senza pensione

Anonimo ha detto...

Come mai la pensione dei politici non si può toccare e le nostre si loro fanno la bella vita e noi moriamo di fame

Anonimo ha detto...

Vorrei dire a tutti i pensionati penalizzati di unirsi e fare reclami x far togliere la penalizzazione anche dopo il 2018 non siamo tutti uguali? abbiamo lavorato come gli altri non vedo perché noi dobbiamo essere penalizzate già. perdiamo gli arretrati non è giusto fare discriminazioni

Anonimo ha detto...

Si può sapere cosa dobbiamo fare xla ricostituzione della pensione? prima dicono che bisogna fare la domanda il caf cgil mi ha detto che fanno d'ufficio all'INPS come dobbiamo comportarci?

Christian Citton ha detto...

Le abbiamo risposto nei commenti all'articolo "Pensione Anticipata e Penalizzazioni: Novità 2016 e Calcolo".

Anonimo ha detto...

che stanchezza ,sono mesi che parlano di pensioni quest'anno ho 55 anni ho perso il lavoro ho 36 anni di contributi sono una donna ,una vita di turni e adesso forse un giorno me la daranno ...ma i soldi che ho versato sono andati ai vitalizi

isabella lotto ha detto...

Buongiorno,
sono una vs. lettrice da tempo in quanto più che interessata alla settima salvaguardia e voglio comunicare che grazie alle efficaci , sicure e tempestive comunicazioni del vs giornale che evitano di farci nuotare in un mare di burocrazie ed inesattezze, finalmente dopo 6 anni dal licenziamento senza lavoro né pensione,la mia domanda di pensione è stata accettata e dal 1 giugno sono in pensioneeee!!
Da tempo ogni giorno " ho studiato " le vs. pagine informative e mi sono state indispensabili riportando spesso le notizie in anticipo rispetto l'inps o il patronato presso cui ho effettuato la domanda.
Complimenti ancora, continuerò a leggerVi e buon lavoro.
Distinti

Isabella Lotto

Christian Citton ha detto...

Sig.ra Isabella, come prima cosa le felicitazioni per il buon esito della sua situazione previdenziale: ora potrà godersi il meritato riposo :-)
Per il resto, grazie mille per i complimenti e ci fa molto piacere che siamo riusciti ad essere utili! E' il nostro lavoro ma anche noi viviamo, con i nostri genitori in primis ma anche per noi, la difficile situazione lavorativa italiana: facciamo il possibile per dare una mano a più persone possibili, cercando di "guadagnarci il pane" onestamente!
Ancora complimenti e grazie per il commento!

Angela Aloe ha detto...

È un governo di macelleria sociale. La sensibilita` verso le disabilità la sta propagando nella gente. Vergogna. Il peggior governo dal dopoguerra

Anonimo ha detto...

Sconcerta , a quando il welfare universale in Italia , noi disoccupati 55 anni , in un mercato fermo 2007 !

Anonimo ha detto...

Poletti manca di efficacia , noi 55 anni disoccupati chiediamo provvedimenti urgenti !

Anonimo ha detto...

L'ultimo Report INPS certifica 128.089 domande accolte di salvaguardia, 106.616 pensioni già erogate (non tutti hanno formalizzato la richiesta di pensione)ed un limite massimo di 172.466 salvaguardabili. Boeri non vuole l'ottava salvaguardia. L'on. Damiano si deve impegnare come Presidente della Commissione Parlamentare a rivedere la proposta alla luce della capienza di almeno 50.000 posti. Nessuno poi parla più dei benefici previdenziali per i lavoratori che assistono familiari disabili gravi?

Anonimo ha detto...

Ho cominciato a lavorare a 15 anni come edile nel caldo e nel freddo per 37 anni e non so neanche quanti ne dovrò lavorarne ancora,intanto loro se ne fregiano altamente perché non sanno cosa vuol dire rompersi la schiena vergogna!!!!

Unknown ha detto...

Ho compiuto 60 annio s orso anno ho 34 anni di contributi rientro nl ottava salvaguardia perché uscit d poste italiane onac ordoaziendLe quando per epirol pensione

Christian Citton ha detto...

Non possiamo saperlo, ci spiace: per sapere l'importo della pensione occorre verificare tantissimi requisiti.

Trova offerte di lavoro in tutte le città italiane: