24 febbraio 2015

Frontalieri, l'Accordo Italia-Svizzera sulle Tasse Cosa Cambia?

Lavoratori frontalieri italiani in Svizzera, tasse in aumento - Con il trattato Italia-Svizzera appena firmato dai due governi cambia il regime fiscale per i frontalieri che dall'Italia vanno a lavorare in Svizzera. Diciamo subito che al momento il carico fiscale totale non aumenta ma potrebbe farlo gradualmente negli anni a venire [potrebbe perchè l'accordo deve essere ratificato dai Parlamenti dei due paesi]: tenuto conto che con la rottura del cambio fisso euro-franco svizzero di alcune settimane fa, deciso dalla Banca Nazionale Svizzera per motivi finanziari legati a quella che è detta "guerra di valute tra le potenze mondiali", già ci sono riduzioni di stipendio anche del 15/20% per chi lavora in Svizzera con anche aumenti del costo della vita, comincia forse a venir meno la convenienza di un occupazione nel paese elvetico.
Un'altra importante novità per chi va a lavorare in Svizzera scatterà tra due anni: Lavorare in Svizzera, Permesso per Frontalieri dal 2017.
Tassazione frontalieri italiani: l'attuale regime fiscale per i lavoratori frontalieri che dall'Italia vanno a lavorare in Svizzera risale al 1974 e prevede che le tasse siano pagate solo in Svizzera, che però fa tornare il 40% di quanto incassato nelle casse dei Comuni italiani sul confine.

Cosa cambierà per i frontalieri dopo l'accordo Italia-Svizzera: per ora nulla ma le previsioni
nonchè la volontà dei due governi è di mettere tutto il nuovo impianto in funzione dalla metà del 2015. da notare che saranno compresi anche i lavoratori svizzeri in Italia.
Leggi anche: Lavorare in Svizzera: Permessi, Contratti, Stipendi e Altre Info Utili
frontalieri italiani in svizzera, aumentano le tasseLe nuove norme sulla tassazione dei frontalieri italiani in Svizzera e dei frontalieri svizzeri in Italia, prevedono che saranno assoggettati all'imposizione fiscale sia nello Stato dove si lavora che in quello di residenza: al primo spetterà non più del 70% del totale tassabile e prelevabile alla fonte, il secondo applicherà l'imposta sulle persone fisiche (in Italia ovviamente l'Irpef) tenendo conto però di quanto già versato dal lavoratore al paese dove lavora, eliminando l'eventuale doppia imposizione.

Le tasse per i frontalieri aumenteranno poco alla volta, i Comuni italiani di confine non riceveranno più nulla dal fisco svizzero ma sarà lo Stato Italiano a versar loro soldi in nome del principio di invarianza delle risorse.

Nessun commento:

Trova offerte di lavoro in tutte le città italiane: